La perdita di erezione prima o durante la penetrazione: ecco perchè accade

LA PERDITA DI EREZIONE PRIMA O DURANTE LA PENETRAZIONE: ECCO PERCHÈ ACCADE

In questo approfondimento ci focalizzeremo su una tematica molto richiesta e diffusa, ossia la perdita dell’erezione prima o durante la penetrazione.

Gran parte dei pazienti in studio racconta che tale perdita insorga proprio nel momento in cui si sarebbe dovuto avviare l’atto penetrativo, ovvero in fase di copulazione, subito dopo aver abbassato gli slip ed aver assunto una posizione di coito.

Una fascia di pazienti minore riferisce che la perdita d’erezione avvenga dopo una prima fase in cui il problema non si è verificato: si parla in questo caso di calo dell’erezione, dopo aver già cominciato il rapporto.

L’erezione è un meccanismo automatico ma delicato la cui perdita, nei soggetti in cui è stato appurata la sanità dell’organo attraverso le consulenze e gli accertamenti presso gli specialisti urologi o andrologi, è ascrivibile esclusivamente a cause di natura psicologica, ossia ai pensieri.

In fondo è chiaro, se ci fosse un problema organico la disfunzione erettile ci sarebbe sempre, sia al momento dell’atto sia in altri momenti al di fuori dell’intimità con la partner (erezioni spontanee, masturbazione).

Invece la difficoltà è puntuale nella circostanza di approccio all’atto penetrativo o nel bel mezzo dello stesso: accade che la persona smetta di sentirsi a suo agio, cominci ad elaborare pensieri disfunzionali e di conseguenza l’eccitazione, che è la benzina dell’erezione, venga meno o comunque subisca un calo drastico al punto che il pene si ritrova ad essere flaccido in una contingenza che lo avrebbe richiesto rigido ed eretto.

E non c’è alcun farmaco, alcun vasodilatotore che viene prescritto o acquistato online con facilità e immediatezza, che possa avere effetti benefici sull’erezione di un paziente che non è eccitato al cospetto della partner in atto di intimità.

Il motivo è del tutto psicologico: nel momento in cui il soggetto perde l’erezione significa che egli sta pensando a qualcosa che non è la scena sessuale, ma tende a focalizzarsi esclusivamente sul proprio pene e sulla performance.

In altre parole, nel punto in cui il paziente sta perdendo l’erezione, in realtà egli sta rimuginando e temendo la possibilità di perdere la condizione erettile del proprio pene, oppure si sta concentrando sulla qualità dell’organo riproduttore, cercando di stimare se sia un’erezione buona, soddisfacente e durevole, sufficiente a proseguire il rapporto (mantenimento dell’erezione).

Tali pensieri possono avvenire medesimi sia in fase penetrativa sia in fase preliminare alla copulazione vera e propria: per quanto concerne la seconda, può succedere che l’idea di approcciarsi sessualmente alla donna anziché indurre l’eccitazione, provochi sensazioni di tensione e di ansia nel paziente, che medita spaventato sulla sua capacità di produrre l’erezione, di mantenerla sufficientemente a lungo, di soddisfare la partner, di incappare in una defaillance che lo farebbe giudicare negativamente da lei.

Se le emozioni di base che caratterizzano il soggetto sono di paura e di tristezza, l’espressione fisica che ne scaturisce è la perdita dell’erezione che, così come si produce, altrettanto automaticamente si perde dinanzi a stati emotivi spaventati e tesi.

Pensare all’appuntamento sessuale come se fosse una guerra o un esame non può che alimentare l’agitazione, ne derivano i sintomi tipici quali le vampate di calore, la tachicardia, la sudorazione e, soprattutto, la difficoltà d’erezione.

Si consiglia il seguente video “La perdita di erezione prima o durante la penetrazione: ecco perchè accade” (A cura del Dott. Pierpaolo Casto)

Articolo a cura: Dott. Pierpaolo Casto – Psicologo e Psicoterapeuta – Specialista in Psicoterapia Cognitivo Comportamentale *** Contatti e Consulenza Specialistica con il Dott. Pierpaolo Casto: Via Magenta, 64 CASARANO (Lecce) Tel. 328 9197451 * 0833 501735
Dott. Pierpaolo Casto - Psicologo e Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale - PER APPUNTAMENTO: Via Magenta, 64 CASARANO ( Lecce ) Tel. 328 9197451 - 0833 501735 - Part. IVA 03548820756 * Gruppo Associato Centro Italiano di Psicoterapia .it © 2020 Frontier Theme