Categoria: ANSIA

Sentirsi ansiosi: cause e rimedi più importanti

SENTIRSI ANSIOSI – LE CAUSE E I RIMEDI PIÙ IMPORTANTI

Molti pazienti in studio in alcuni casi si chiedono e in altri affermano di avere ansia perché possiedono un carattere ansioso di natura.

L’affermazione in parte è vera, ma in gran parte non lo è: innanzitutto non è corretto parlare di possedere un carattere ansioso, ma è più giusto dire di essere diventati ansiosi nel tempo.

Ciascuno di noi, infatti, costruisce il proprio carattere lungo l’arco della propria vita, modellandolo a partire dai primi giorni dalla nascita.

Sicuramente una persona con disturbo d’ansia che ha una storia clinica che perdura da diversi anni è intervenuto per modellare questo carattere.

Ma cos’è il carattere? È una conseguenza di ciò che osserviamo, sia dal punto di vista del paziente, sia da quello dello specialista verso il paziente.

Lo psicoterapeuta cognitivo-comportamentale osserverà che quella data persona, per quanto concerne gli schemi di funzionamento del pensiero, è portata a pensare in un certo modo: il paziente con carattere ansioso, in altre parole, ha un’attitudine a pensare alle condizioni e alle situazioni come potenzialmente pericolose anche quando pericolo non c’è, e per questo si spaventa.

La paura si estende gradualmente a luoghi, situazioni e momenti fino a indurre la vittima a evitare il fronteggiamento di questi stessi, e in virtù di questo stile cognitivo avrà come conseguenza i sintomi di ansia sempre più frequenti.

La sintomatologia dell’ansia e degli attacchi di panico è la reazione fisica ad una causa ben precisa, ossia i pensieri: se la persona pensasse cose diverse, ovvero se correggesse gli errori cognitivi che lo inducono a reputare rischiosa una contingenza che realmente non lo è (la psicoterapia cognitivo-comportamentale insegna le tecniche per farlo), avrebbe una risposta emotiva differente.

Il traffico, il supermercato, l’ufficio postale o bancario sono gli spazi “tipici” che i pazienti in studio raccontano di temere, proprio perché li investono col pensiero di sensazioni negative ansiogene, e la condotta di risposta che segue i sintomi della tachicardia, del tremore e della sudorazione, è l’allontamento da quel dato luogo e l’evitamento futuro dello stesso.

La psicoterapia cognitivo-comportamentale guida il soggetto a comprendere che alla base del problema vi è il pensiero disfunzionale, non il carattere né il sintomo (che è semplicemente un’espressione): se si va a intervenire alla radice, ossia a riscrivere il modo di pensare (che può essere frutto di esperienze anche traumatiche legate alle condizioni di panico o conseguenza dell’educazione “allarmata” avuta in famiglia), si giunge a capire le dissonanze tra i meccanismi cognitivi e, applicando le tecniche di cambiamento predisposte durante il corso delle sedute, a cambiare quello che impropriamente suole essere definito come “carattere ansioso”.

Si Consiglia il video “Sentirsi ansiosi: le cause e i rimedi più importanti” (A cura del Dott. Pierpaolo Casto)

Dott. Pierpaolo Casto - Psicologo e Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale - PER APPUNTAMENTO: Via Magenta, 64 CASARANO ( Lecce ) Tel. 328 9197451 - 0833 501735 - Part. IVA 03548820756 * Gruppo Associato Centro Italiano di Psicoterapia .it © 2020 Frontier Theme
Call Now ButtonCHIAMA IL DR. PIERPAOLO CASTO